IV Gamma

Il nuovo modello organizzativo per le produzioni di IV Gamma

Cosa sono i prodotti di IV gamma?

 

IV Gamma
vegetali freschi preparati

 

Schede di prodotto

Indivia riccia

L'indivia è una pianta biennale a prevalente produzione autunno-vernina che, nel primo stadio di vita, sviluppa una rosetta di foglie basali a lamina profondamente incisa e assai increspata le quali non si sovrappongono fra loro e formano un cespo piuttosto lasso. I fiori sono capolini azzurri, il frutto è un achenio. Dal punto di vista nutrizionale va evidenziato il buon contenuto di vitamina A.

Lattuga iceberg

Ha foglie tondeggianti che formano una "palla". E' molto indicata per le diete, infatti 100 gr. contengono solo 19 calorie. Contiene importanti vitamine e sali minerali, ha un effetto rinfrescante e regola l'intestino.

Scarola

Appartiene alla famiglia delle Compositae, la stessa della cicoria, ed è originaria dell'Europa. Come tutte le cicorie e le altre verdure appartenenti a questa famiglia, è apprezzata fin dall'antichità, si dice, per le sue proprietà toniche, depurative e diuretiche, che del resto vengono confermate anche dalla scienza moderna. Questa insalata ha foglie larghe, di forma ondulata e margini ripiegati verso il centro. Di consistenza croccante, di colore verde e bianco, il suo sapore rimane leggermente amaro.

Lattughino

Pianta a ciclo di coltivazione annuale, appartenente alla famiglia delle Composite, la lattuga presenta un apparato radicale superficiale, con fusto breve e carnoso su cui si inseriscono le foglie.

Pan di zucchero

Si presenta con fogliame ampio e tenero, a forma di cespo involucrante che si raccoglie a pieno accrescimento, con peso per cespo di circa 500 g, con una altezza di circa 30-35 cm, con forma cilindrica, con foglie di colore verde e costa bianca. A completa maturazione, tutto il cespo imbianca.

Songino o Valeriana

Songino: Il Songino, o Valeriana, è una insalata formata da foglie carnose, piccole e di colore verde scuro, raccolte in piccoli cespi. Cresce anche spontaneamente in prati e terreni sabbiosi. E' ricco di vitamine A e C, per cui risulta utile nell'anemia e nell'arteriosclerosi. Rinforza i vasi capillari agevolando la circolazione sanguigna. Inoltre stimola l'attività di fegato, reni ed intestino.

Spinaci in foglia

Sono famosi per il loro contenuto di ferro anche se, in realtà, non è del tutto assimilabile. Hanno però anche altre proprietà come potassio, selenio e vitamine A e C. Vantano anche una discreta concentrazione di acido folico.

Radicchio di Chioggia

Ortaggio da foglia, compreso nel gruppo delle cicorie, a prevalente consumo invernale. Il radicchio è un vegetale tra i più apprezzati e rinomati per le ottime caratteristiche organolettiche.

Rucola

È una pianta erbacea tipicamente mediterranea coltivata in serra tutto l'anno. Ha foglie dentellate leggermente ruvide. Il suo profumo è intenso ed il gusto è forte e pungente. È un ottimo insaporitore. Ne bastano poche foglie per aggiungere un po' di "tono ricercato" alle comuni insalate. Stimola la secrezione dei succhi gastrici, favorendo la digestione e aiutando anche ad eliminare liquidi.

Fase di coltivazione

Adulte
Insalate coltivate al fine di ottenere un cespo.
Antiparassitario
Detto anche pesticida, è un prodotto chimico impiegato in agricoltura per controllare, respingere, attirare ed uccidere parassiti, che sono degli organismi, tra cui gli insetti, malerbe, uccelli, mammiferi, pesci e microbi, che entrano in competizione con l'uomo riguardo il cibo, distruggono le proprietà, causano malattie o sono considerati un fastidio.
Agricoltura integrata
Presuppone l'adozione di tecniche di coltivazione e allevamento che prevedono l'utilizzo di prodotti naturali ed un limitato impiego di prodotti chimici sintetici. Queste tecniche si inseriscono tra l'agricoltura convenzionale e quella biologica. Per questo tipo di agricoltura non esiste una legislazione comunitaria o nazionale di riferimento, ma solo provvedimenti emessi da alcune regioni.
Baby leaf
Ortaggi a foglia piccola.
Botte per trattamenti fitosanitari
Attrezzatura usata per la distribuzione di diserbanti o antiparassitari sulle colture.
Certificazione
Riconoscimento da parte di organismi terzi, che i prodotti sono conformi ad una predeterminata disciplina di produzione e a determinati standard qualitativi.
Codice di buona pratica agricola
Il CBPA deve ottimizzare la gestione dell'azoto nel sistema suolo/ pianta (esistente, entrante, uscente) in presenza di colture agricole che si succedono e alle quali occorre assicurare un livello produttivo e nutrizionale economicamente ed ambientalmente sostenibile al fine di minimizzare le possibili perdite con le acque di ruscellamento e di drenaggio superficiale e profondo. La Direttiva CEE 91/676, relativa alla protezione delle acque dall'inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole, stabilisce che gli Stati membri elaborino uno o più codici di buona pratica agricola (CBPA) da applicarsi a discrezione degli agricoltori. Il CBPA mira alla tutela della salute umana, delle risorse viventi e degli ecosistemi acquatici, nonché alla salvaguardia di altri usi legittimi dell'acqua. Il CBPA, in modo complementare rispetto allo spirito della Direttiva comunitaria, tiene conto anche del ruolo positivo che l'agricoltura può svolgere nei confronti di altre fonti di inquinamento di natura extra-agricola. Il CBPA è applicabile a discrezione degli agricoltori, ma le attività agricole attuate nelle aree riconosciute come vulnerabili sono oggetto di misure restrittive obbligatorie nell'ambito di programmi di azione definiti dalle competenti autorità. L'applicazione del CBPA può inoltre contribuire a: realizzare modelli di agricoltura economicamente e ambientalmente sostenibili e a proteggere indirettamente l'ambiente dalle fonti di azoto combinato anche di origine extra-agricola.
Coltura protetta
Coltivazione dei vegetali utilizzando un riparo che consente di definire un microclima controllabile sia dal punto di vista dei parametri atmosferici (temperatura, luce, composizione aria) che dal punto di vista biotico (limitando l'accesso a insetti o animali dannosi).
Concimazione
Apporto al terreno di azoto, fosforo e potassio (ed evenutalmente anche microelementi) al fine di favorire la crescita dei vegetali arricchendo o compensando il contenuto di questi elementi naturalmente presenti nel terreno.
Controllo climatico
Tecnica attuabile per le colture protette che consente di calibrare la temperatura all'interno delle strutture protettive delle colture al fine di salvaguardarle durante i periodi invernali.
Corpi estranei
Alla raccolta la materia prima subisce una prima fase di controllo al fine di rilevare la presenza di eventuali corpi estranei che possono essere costituiti da: pezzi di legno, insetti, sassi, metallo, mozziconi di sigaretta e qualsiasi altro oggetto, infestante o insetto presente nella materia prima vegetale.
Disciplinare di produzione
Il disciplinare di produzione è l'insieme delle indicazioni e/o prassi operative a cui il produttore del prodotto certificato deve attenersi. Queste regole vengono stabilite dai produttori e dagli enti che valutano le domande di certificazione, e rappresentano l'essenza stessa della certificazione poiché definiscono le qualità garantite al consumatore che acquista il prodotto certificato.
Erbicida
Prodotto fitosanitario che permette di contenere lo sviluppo delle erbe infestanti. Importante è la sua selettività, che permette di colpire un determinato gruppo di infestanti, senza risultare dannoso per la coltura principale.
Etichettatura degli alimenti
L'etichettatura dei prodotti alimentari è disciplinata dal decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 109, che attua le direttive 89/395/CEE e 89/396/CEE concernenti l'etichettatura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari.
Eurepgap
L􀀁associazione "Euro retailer produce working group"- Eurep costituisce un punto d'incontro tra i dettaglianti ed i produttori agricoli ed è nata allo scopo di stabilire un protocollo comune per la coltivazione di prodotti agricoli, più rispondente alle moderne esigenze dell'agricoltura sostenibile. Il risultato di tale lavoro è lo schema per la certificazione delle Good Agriculture Practices - GAP, denominato Eurep Gap. Tale protocollo è basato su: utilizzazione di tecniche riconosciute di lotta integrata, adozione di attenzioni specifiche per la protezione ambientale, cura degli aspetti igienici nella manipolazione dei prodotti alimentari, rispetto dei requisiti generali per la salute e la sicurezza dei lavoratori agricoli e rispetto della normativa specifica nel trattamento dei lavoratori. La Grande Distribuzione Organizzata (GDO) è chiamata oggi a svolgere un ruolo fondamentale: intermediario per eccellenza tra i produttori ed i consumatori, registra le esigenze del mercato e cerca una risposta, esercitando tutta la diligenza dovuta per prevenire i possibili pericoli sanitari nella vendita di prodotti alimentari. La Certificazione delle Buone Pratiche Agricole, "Eurepgap" è lo strumento più efficace per raggiungere l􀀁obiettivo.
Fertilizzante
Qualsiasi sostanza contenente uno o più elementi fertilizzanti, applicata al terreno per favorire la crescita della vegetazione, compresi gli effluenti zootecnici, i residui degli allevamenti ittici e i fanghi degli impianti di depurazione.
Fertirrigazione
L'evoluzione degli impianti di irrigazione ha portato ad una localizzazione dell'acqua più precisa e più efficiente ed il volume di terreno bagnato, in cui si sviluppa l'apparato radicale, è diventato limitato e molto intensivo, pertanto la concimazione controllata e mirata è una necessità. L'incorporazione dei fertilizzanti nell'acqua e la loro somministrazione con l'impianto d'irrigazione, chiamata fertirrigazione, serve a realizzare questo obiettivo.
Film plastico della serra
Materiale di rivestimento delle strutture protettive utilizzate per le colture protette caratterizzato da elevate caratteristiche qualitative relative a proprietà ottiche (trasparenza e conducibilità dell'energia solare), chimiche (resistenza ai composti corrosivi liberati dalle sostanze erbicide e dei fitofarmaci usati in agricoltura) e meccaniche (resistenza alla trazione).
Finestrature motorizzate
Aperture presenti sulle strutture costituenti l'apprestamento protettivo delle colture apribili e chiudibili tramite sistemi automatici in grado di ovviare a problematiche relative al clima attraverso il riciclo d'aria.
Fitopatologie
La Patologia vegetale, o fitopatologia, è la branca della botanica che studia le malattie provocate da agenti parassiti animali, vegetali, fungini, batterici, virali, viroidali, fitoplasmici e le alterazioni delle piante dovute ad agenti di inquinamento e/o climatici (clima) e/o pedologici (pedologia) e/o nutrizionali. Le avversità responsabili delle malattie delle piante appartengono a categorie diverse, potendo essere dei fattori naturali (temperatura, luce, umidità) non ottimali oppure degli organismi.
HACCP
L'HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) è un sistema di autocontrollo che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l'insorgere di problemi igienici e sanitari.
Igiene del personale
Rappresenta uno dei capisaldi dell􀀁HACCP, al fine della sicurezza alimentare. Può essere codificata con procedure operative che standardizzano le modalità alle quali il personale è tenuto in termini di comportamento e al fine di salvaguardare l'alimento da possibili contaminazioni.
Lavorazioni del terreno
L'insieme delle operazioni meccaniche e chimiche volte a garantire le idonee caratteristiche chimico-fisiche del suolo per una corretta e migliore germinabilità dei semi o il radicamento dell'apparato radicale delle piante coltivate, nonché volte a garantire un corretto sviluppo vegetativo (ossia la parte fogliare).
Lotta integrata
Tecnica agrochimica che prevede l'impiego combinato di insetti predatori e di insetticidi, utilizzati solo in determinate circostanze e comunque rispettando un calendario preciso, per diminuire il più possibile l'uso di prodotti tossici.
Multicampata
La suddivisione della serra in comparti, nel caso delle serre multicampata, consente di ridurre il volume dell'ambiente da riscaldare in caso di mancata coltivazione di una parte della superficie, e consente anche di mantenere temperature diverse a seconda delle diverse fasi vegetative della pianta, con risparmi di calore dove non è necessario, e con incrementi di temperatura dove la coltura ne ha più bisogno.
Ocm
Sta ad indicare il complesso delle norme, di origine prevalentemente comunitaria, che regolano i diversi comparti del sistema agricolo-alimentare. Queste norme sono soggette a revisione periodica.
Ogm
Organismi geneticamente modificati. Un organismo geneticamente modificato (OGM) è un essere vivente che possiede un patrimonio genetico modificato tramite tecniche di ingegneria genetica che consentono l'aggiunta, l'eliminazione o la modifica di elementi genici.
Ortoraccoglitrice
Macchina agricola semovente di piccole dimensioni, munita anteriormente di lama di taglio (larga 1,20-1,30 m) e provvista di tappeto di sollevamento che garantisce una perfetta salita delle piantine senza danneggiare il prodotto, scaricato direttamente nelle cassette.
Ossidazione di taglio
Imbrunimento della superficie di taglio delle orticole, considerato un difetto diminuisce con l􀀁utilizzo della raccolta meccanica effettuata con lame di taglio molto affilate ottenendo così migliori risultati, tanto che alcune industrie ritirano il prodotto soltanto se è stato raccolto a macchina.
Pieno campo
Coltivazione di colture erbacee senza la presenza di apprestamenti protettivi.
Qualità materia prima
L'insieme delle caratteristiche chimiche (composizione), fisiche (assenza di difetti dovuti a marciumi, ossidazioni del colore, attacchi parassitari), microbiologiche (assenza di patogeni) e organolettiche (sapore, aroma, profumo, consistenza) relative ai prodotti vegetali destinati alla produzione di IV gamma.
Raccolta
Operazione meccanica o manuale di asportazione delle foglie (sfalciati) o dei cespi delle piante coltivate.
Riscaldamento di soccorso
Innalzamento della temperatura dell'ambiente protetto nel quale vengono coltivate le piante al fine di proteggerle dalle gelate invernali o evitare il collasso delle strutture sotto il peso della neve.
Scerbatura
Operazione manuale di estirpazione delle erbe infestanti nelle colture di pieno campo al fine di ridurne la presenza nel prodotto raccolto e diminuirne la competizione alimentare con le piante coltivate.
Semina
Distribuzione meccanica della semente delle piante orticole coltivate ad una determinata profondità e densità per metro quadro nel letto di semina, ossia il terreno lavorato.
Serra
Costruzione per la protezione delle coltivazioni, di altezza sufficiente per potervi accedere ed eseguire le operazioni colturali e che realizza un ambiente artificiale che permette di coltivare piante fuori stagione o piante che esigono speciali condizioni climatiche. Fra le serre sono comprese sia le installazioni di tipo tradizionale con strutture in muratura o metallica e con copertura di vetro, che le costruzioni più semplici, generalmente costituite da intelaiatura di legno con copertura di materiale plastico rigido o flessibile estesa sia al tetto sia alle pareti, che di norma si rinnova all'inizio della campagna. Non sono considerate serre le costruzioni la cui copertura è limitata al tetto, dato che non si realizza quella differenza tra condizioni ambientali interne ed esterne che è caratteristica delle serre vere e proprie.
Sfalciato
Prodotto ottenuto dal taglio di una pianta erbacea a livello della base delle foglie preservandone la parte ipogea, e consentendo così alla pianta di ripartire con una seconda fase vegetativa.
Shelf life
Definita anche vita di scaffale può essere definita come….quel periodo di tempo che corrisponde, in definite circostanze (confezione, trasporto, condizioni di conservazione, clima), ad una tollerabile diminuzione della qualità di un prodotto confezionato...
Stoccaggio
Accumulo temporaneo della materia prima in condizioni tecniche e logistiche tali da garantire il migliore mantenimento delle condizioni qualitative del prodotto.
Tecniche colturali
Per tecniche colturali si intendono tutte quelle operazioni eseguite con l'intento di favorire la crescita rigogliosa e produttiva delle piante.
Temperatura
Parametro fondamentale per la preservazione della qualità della materia prima dalla fase di post-raccolta al consumo del prodotto ed elemento climatico influente sullo sviluppo vegetativo del prodotto in campo.
Tempi di lavorazione
Definiti ottimali se contenuti e compresi entro le 24 ore dalla raccolta del prodotto.
Trattamenti
Sono l'insieme delle azioni svolte con agenti chimici o meccanici volti a preservare le colture agrarie al fine di difenderle da eventuali attacchi parassitari potenziali.
Trapianto
La produzione di colture attraverso la tecnica del trapianto consente l'utilizzo di semi molto costosi in quanto la germinazione degli stessi risulta totale (con bassissima quantità di semi non germinati) consentendo quindi l'utilizzo di quantità molto inferiori alle classiche sementi per semina diretta. Inoltre il trapianto permette di anticipare il ciclo colturale ottenendo produzioni precoci; questo aspetto risulta molto vantaggioso nel caso delle colture industriali in quanto consente di coltivare nello stesso appezzamento di terreno più colture differenti nello stesso anno.
Trasporto
Avviene attraverso camion attrezzati con celle frigorifere a temperatura controllata al fine di mantenere la materia prima al di sotto di una temperatura ritenuta ottimale per il mantenimento della qualità (12 C°).
Tunnel
Apprestamento protettivo realizzato con materiale più economico rispetto alle serre. Sono strutture mobili, ed hanno un rapporto volume/superficie minore di 1,8 m3/m2

Fase di lavorazione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close